Noleggio auto a lungo termine - Milano Autonoleggio lungo termine

Link a notizie utili

In questa sezione del sito inseriamo dei link ad articoli che riteniamo utili e interessanti.

Si tratta di articoli NON nostri e di cui riportiamo l'URL e, se indicato nell'articolo stesso, il nome dell'autore.


 

http://www.autoblog.it/post/738912/fiat-500x-prezzo-e-caratteristiche-della-1-3-multijet

Fiat 500X: prezzo e caratteristiche della 1.3 MultiJet

Di p.a.fina@paoloalbertoF mercoledì 2 settembre 2015

Il 1.3 dovebbe consumare 4,1 l/100 km ed emettere 107 g/km di CO2, pur vantando discrete prestazioni velocistiche.

Fiat rivede in parte il listino della 500X ed introduce una nuova motorizzazione a gasolio, in vendita ad una cifra sensibilmente più contenuta rispetto al 1.6 MultiJet: il 1.3 diesel parte infatti da 17.900 euro, quasi 5.000 euro in meno nel paragone con la più economica fra le millesei. I dettagli sono ancora limitati – verranno resi noti nei prossimi giorni –, ma è sicuro che il MultiJet svilupperà una potenza di 95 CV e rispetterà la normativa Euro 6.

L’auto è presente sul sito ufficiale Fiat e può essere ordinata dal 1 settembre. Viene offerta in allestimento Pop e con il pacchetto Plus in omaggio, che include il climatizzatore manuale, i comandi radio al volante, il vano porta-oggetti refrigerato, l’impianto UConnect e la porta USB. All’opzione Plus dovrebbero presto affiancarsi altri due pacchetti. Questi però – come scrive un blog dedicato alla vettura, che sembra aver ottenuto in anticipo la nota stampa – funzionano con un meccanismo differente: non aggiungono contenuti a quelli di serie, ma li rimuovono ed incidono positivamente sul prezzo d’acquisto.

Il Pack Eco Star (disponibile per le versioni Pop Star) non prevede i cerchi in lega da 17 pollici, il Lane Assist e la radio DAB, mentre il Pack Eco Lounge (ordinabile sulla Lounge) elimina dalla dotazione i cerchi in lega da 18 pollici, i fanali bixeno, il cargo magic space, la radio DAB e l’impianto di navigazione (resta comunque lo UConnect da 5 pollici). Per entrambe i cerchi in lega sono di una misura inferiore. Il risparmio si attesta rispettivamente a 500 e 1.000 euro. Attendiamo il salone di Francoforte per vedere confermate queste indiscrezioni.

 


 

 

http://www.pmi.it/economia/mercati/news/101776/auto-aziendali-top-ten-degli-optional.html?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=Newsletter:+PMI.it&utm_content=01-09-2015+auto-aziendali-la-top-ten-degli-optional

Auto aziendali: la top ten degli optional

 

Per e flotte aziendali, tra gli optional più richiesti dai fleet manager vince il Bluetooth: la classifica.

Bluetooth

Il Bluetooth è l’optional più richiesto sui veicoli che fanno parte delle flotte aziendali, secondo una ricerca del Centro Studi Auto Aziendali i cui risultati sono stati elaborati e resi noti dal Centro Studi Continental. Nella top ten degli optional più diffusi sulle auto aziendali il Bluetooth ha ottenuto dai fleet manager una valutazione di 85,7 su una scala da 0 a 100.

=> Flotte aziendali: mobility manager e sostenibiiltà

 

Top Ten

A seguire troviamo:

  • ESP, con un punteggio di 77,6;
  • Airbag supplementare (76,6 punti);
  • ASR (71,8);
  • controllo di stabilità dinamica (71,5);
  • Cruise control (71,1);
  • navigatore satellitare (70,9);
  • EBD (70,3);
  • ruota di scorta di dimensioni normali (69,7);
  • funzione di parcheggio automatico o i sensori di parcheggio (64,8).

Da sottolineare la prevalenza di dispositivi di sicurezza, ritenuti dai fleet manager fondamentali per le flotte aziendali (7 su 10). Il Bluetooth risulta in cima alla lista dei dispositivi che non possono mancare su un’auto aziendale, secondo i fleet manager, proprio perché spesso chi usa l’auto per lavoro ha necessità di utilizzare il telefono mentre è alla guida e questo strumento consente di utilizzare il telefono con il vivavoce in maniera più efficiente e in totale sicurezza di guida. Estremamente importante anche l’operatività del conducente.


 

http://www.pmi.it/economia/mercati/approfondimenti/101749/flotte-aziendali-leasing-bollo-auto-nuove-regole.html?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=Newsletter:+PMI.it&utm_content=31-08-2015+flotte-aziendali-leasing-e-bollo-auto-nuove-regole

PMI.IT

 

Flotte aziendali, leasing e bollo auto: nuove regole

Francesca Vinciarelli - 28 agosto 2015

Leasing

 

Con il decreto legge Enti locali cambiano le regole su chi deve pagare il bollo auto per le macchine prese con contratti di leasing, spesso facenti parte di flotte aziendali. In sintesi, per quanto riguarda i contratti di leasing, la norma prevede che a dover la pagare la tassa automobilistica sia esclusivamente l’utilizzatore a titolo di leasing e non della società titolare.

La novità relativa al versamento del bollo per le auto in leasing, incluse quelle aziendali, è frutto di un emendamento al DL Enti Locali che va a colmare il buco lasciato dalla legge del 2009, la quale stabiliva che il bollo auto fosse a carico del cliente utilizzatore senza precisare se, in caso di insolvenza, la società effettivamente titolare del mezzo fosse da considerare obbligata in solido.

Secondo quanto previsto dal DL Enti locali d’ora in poi a rispondere del pagamento del bollo è in via esclusiva il cliente dunque, nel valutare la convenienza del contratto di leasing, va preso in considerazione anche questo aspetto che . A fronte di tale novità il bollo andrà versato nella Regione in cui risiede il cliente utilizzatore del mezzo e non più in quella in cui ha sede la società di leasing.


 

http://www.fleetblog.it/2015/07/27/nuova-audi-a4-noleggio-a-lungo-termine-ultra-efficiente/?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+fleetblogNoleggioALungoTermineLeasingAutoNoleggioLungoTermine+%28FLEETBLOG+-+RSS+2%29 

Fleeblog 27 lug 2015

 

Nuova Audi A4, noleggio a lungo termine ultra efficiente 0Audi Noleggio a lungo termine, Case Automobilistiche, Nuovi arrivi, Rentaca, Tendenzeluglio 27, 201 Era e resterà una principessa per stile, classe, qualità costruttiva e immagine. Adesso, ancora di più, per efficienza: parliamo della nuova Audi A4. Che se la vedrà con competitor agguerriti, quali Mercedes Classe C, BMW Serie 3 e Alfa Romeo Giulia. I tedeschi del colosso VW si confermano maestri nel ritocco magico, perché stravolgere una creatura favolosa come l’A4 sarebbe stato delittuoso. Sia per l’A4 berlina sia per l’Avant. Ecco la strategia vincente, che consente anche di migliorare le prestazioni abbassando i consumi. Passo e lunghezza incrementati, un peso ridotto di 120 kg, motori inediti. La quinta generazione dell’Audi A4 raggiunge una lunghezza di 4,73 metri e i 2,82 metri di passo. È più cattivella e aggressiva di prma, per via di linee più taglienti. Splendida la griglia single frame anteriore, più larga e alta, che si unisce ai fari. Siccome questi sono ancora più affilati e sottili, ne deriva uno sguardo grintoso. Per chi ama la massima comodità, la nuova A4 Avant è dotata di portellone ad apertura automatica di serie, attivabile con il movimento del piede (optional) e una volumetria di carico del bagagliaio che va da 505 a 1.510 litri. E comunque ottima l’aerodinamica curata: coefficiente di 0,23 per la berlina e di 0,26 per l’Avant. Almeno per il lancio in Germania, sono sette i propulsori, tre TFSI a benzina e quattro diesel TDI. L’entry level della nuova Audi A4 è rappresentato dal 1.4 TFSI da 150 CV che spinge entrambe le versioni a 210 km/h con un’accelerazione 0-100 in 8,9 secondi e un consumo di 4,9 l/100 km (con cambio S tronic 7 marce). Riteniamo succulento il 2.0 TDI, offerto con 150 CV; in abbinamento al cambio S tronic il primo permette un’accelerazione 0-100 in 8,7 secondi e 219 km/h con un consumo di 4,0 l/100 km. Per chi osa, il 190 CV si scatena a 237 km/h, con accelerazione in 7,7 secondi e 4,2 l/100 km. In definitiva, pensiamo che sia il duemila diesel su cui puntare se si è clienti business: perfetto per le partite Iva e per le flotte. Percorrenze lunghe con poco gasolio, e prestazioni elevatissime: efficienza Audi. Prezioso per il noleggio a lungo termine il sistema di infotainment MMI plus con schermo da 8,3″ in plancia e nuovo controller a rotella MMI touch. Utile per la sicurezza l’head-up display, che ti va vedere tutte le info davanti, sul parabrezza. Non male la ricarica wireless dello smartohone e connessione internet LTE con funzione Wi-Fi hotspot. La connettività con gli smartphone è garantita dall’interfaccia per iOS e Android. - See more at: http://www.fleetblog.it/2015/07/27/nuova-audi-a4-noleggio-a-lungo-termine-ultra-efficient

  


 

 

© 2015, Sito realizzato e gestito da inMilano